Filippo Timi

Si è formato al Centro per la Sperimentazione e la Ricerca Teatrale di Pontedera con Dario Marconcini e al Teatro Valdoca di Cesena con Cesare Ronconi. Premio UBU 2004 come miglior attore di teatro under 30, è stato sulla scena Orfeo, Danton, Perceval, Satana, e ha interpretato La vita bestia, al quale si ispira il suo primo romanzo “Tutt’al più muoio” (2006), scritto con Edoardo Albinati, seguito da “E lasciamole cadere queste stelle” (2007) e “Peggio che diventare famoso” (2008). Al cinema è stato, tra gli altri, nei seguenti film: “In memoria di me” di Saverio Costanzo, “I demoni di San Pietroburgo” di Giuliano Montaldo, “Come dio comanda” di Gabriele Salvatores, “Vincere” di Marco Bellocchio, “La Doppia Ora” di Giuseppe Capotondi, “Vallanzasca” di Michele Placido, “Ruggine” di Daniele Gaglianone.
Tutte le presenze
Titolo Data Orario Biglietti
Il filo invisibile Lunedi 21-02-2022